ITFL086

Ottava di Pasqua – Venerdì

L’apparizione sul lago

Gesù si manifestò di nuovo ai discepoli… così: si trovavano insieme Simon Pietro, Tommaso…, Natanaele… i figli di Zebedeo e altri due discepoli. Disse loro Simon Pietro: «Io vado a pescare». Gli dissero: «Veniamo anche noi con te». Allora uscirono e salirono sulla barca; ma quella notte non presero nulla. Quando già era l’alba, Gesù stette sulla riva, ma i discepoli non si erano accorti che era Gesù. Gesù disse loro: «Figlioli, non avete nulla da mangiare?». Gli risposero: «No». Allora egli disse loro: «Gettate la rete dalla parte destra della barca e troverete». La gettarono e non riuscivano più a tirarla su per la grande quantità di pesci. Allora quel discepolo che Gesù amava disse a Pietro: «È il Signore!». Simon Pietro, appena udì che era il Signore, si strinse la veste attorno ai fianchi, perché era svestito, e si gettò in mare. Gli altri discepoli invece vennero con la barca, trascinando la rete piena di pesci… Appena scesi a terra, videro un fuoco di brace con del pesce sopra, e del pane. Disse loro Gesù: «Portate un po’ del pesce che avete preso ora». Allora Simon Pietro salì nella barca e trasse a terra la rete piena di centocinquantatré grossi pesci. E benché fossero tanti, la rete non si squarciò. Gesù disse loro: «Venite a mangiare». Gv 21,1-12

«Certo che trascorrere tre anni con Gesù è stata un’avventura meravigliosa! Quanti sogni in questi tre anni! Meno male che almeno lui è risorto! Eh, però, che delusione! Adesso che tutto è finito che facciamo? Quando c’era lui tutto era facile; noi da soli che cosa potremo fare? Sarà bene tornare alla vita di prima. Che tristezza!». Saranno stati più o meno questi i pensieri di Pietro prima di decidere: «Io torno a pescare». Decisione alla quale si son subito uniti anche gli altri: «Veniamo anche noi con te». Poiché le disgrazie non vengono mai da sole, quella notte, oltretutto, non presero niente. È in quella situazione e di fronte a tali stati d’animo che Gesù si presenta sulla spiaggia e grida agli apostoli, con il tono di chi sa già la risposta: «Figlioli, non avete nulla da mangiare?». Risposero: «No!», e forse avranno anche borbottato fra di loro: «Gira al largo, levati di torno, che di problemi ne abbiamo già troppi». A quel punto, però, succede il miracolo, lo stesso della prima pesca miracolosa, quando Pietro abbandonò tutto e seguì il Signore. Qui si ripete la stessa scena e, come Pietro si rende conto che quell’uomo sulla spiaggia è il Signore, si butta in mare, abbandona compagni, barca e pesci, e lo raggiunge. «Lo sentivo che non ci avrebbe abbandonato. Adesso inizia una nuova storia!», avrà pensato Pietro. E sarà così, ma non allo stesso modo, perché con il Signore si può sempre ricominciare, ma ogni volta in maniera diversa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.